...

DIC
6
2009

Zucchero nella ciotola

by Gerly

Traduzione dell'articolo di "Saldo" del 18/10/2008
(rivista svizzera per i diritti dei cosumatori)

L'originale in tedesco è visibile QUI

Bello all'occhio, malsano per l'animale
di Sabine Rindlisbacher

Il cibo per cani e gatti contiene zuccheri inutili. Troppi zuccheri sono nocivi per loro.


Il cioccolato dolce per cani si trova nell'angolino più remoto del negozio per animali Raible di Zurigo. Il titolare del negozio Raphael Ravljen dice: «Noi sconsigliamo i mangimi contenenti zuccheri. Sarebbero nocivi per cani e gatti come per noi umani, per questo abbiamo solo un piccolo assortimento di mangimi che contengono zuccheri.»

Per un negozio per animali un'impresa quasi impossibile: La maggior parte dei produttori utilizza nei cibi per cani e gatti diversi tipi di zuccheri, tra cui lo zucchero semplice. Il professor Josef Kamphues, che dirige l'istituto di alimentazione animale dell'università di Hannover, giudica in modo molto critico i mangimi contenenti zuccheri: «Zuccheri nel cibo per gatti e cani non sono necessari, ad eccezione degli zuccheri contenuti nel latte materno.»

Afferma che i cani non digeriscono bene gli zuccheri, i gatti ancora meno. «Per l'assunzione di troppi zuccheri gli animali possono soffrire di disturbi digestivi, di carie e obesità», sostiene Kamphues. Inoltre possono ammalarsi di diabete nello stesso modo di noi umani.

Come colorante aggiunto spesso non viene dichiarato

I produttori devono dichiarare lo zucchero come ingrediente in etichettama quando lo zucchero serve solo come colorante possono farlo "scomparire" nella dicitura generica "coloranti" (additivi ammessi CEE).

Gli ingredienti devono essere indicati in ordine decrescente rispetto alla loro presenza nel prodotto. In snack come l'osso Jumbone Maxi con manzo della Pedigree lo zucchero segue dopo i cereali in seconda posizione;l'osso contiene quindi più zucchero che carne. Bombe zuccherine sono i Topinis della Gimpet ed i Drops della Vitakraft con i gusti «latte-cioccolato» e «yogurt», dove lo zucchero è perfino il primo ingrediente indicato. Questi prodotti consistono in gran parte di zuccheri.

Secondo le rispettive indicazioni i produttori dei mangimi aggiungono zuccheri per rendere i prodotti più gradevoli alla vista umana. Per ottenere questo effetto si servono spesso e volentieri di zucchero semplice, come fa ad esempio Mars Svizzera. Questa multinazionale produce Whiskas, Sheba, Kitekat, Brekkies, Nutro, Perfect Fit, Pedigree, Frolic e Cesar. La Vitakraft, secondo l'amministratore Hans-Peter Grimm, aggiunge zuccheri ai propri prodotti per ottenere «un profumo e gusto gradevole per l'animale ed il suo proprietario». Gli zuccheri migliorano anche la consistenza e l'aspetto dei cibi umidi Iams. Kiki Wackenhut, veterinaria presso il produttore Iams afferma: «Diversamente dai proprietari di cani, per i proprietari di gatti l'aspetto appetitoso del mangime è molto più importante dell'aspetto salutare.»

Molti produttori non indicano i numeri del contenuto di zuccheri

Secondo la portavoce della Mars, Julia Henner i contenuti di zucchero nei cibi umidi e secchi raggiungono fino allo 0,5%del peso totale. Negli snack possono essere molto più alti. Anche Coop e Migros aggiungono zuccheri ai prodotti del loro marchio, per un colore più bello ed un aroma migliore. Secondo le indicazioni di Migros, il contenuto di zucchero nei propri cibi umidi e secchi è inferiore allo 0,1%, negli snack fino al 15%. La Coop indica valori fino allo  0,2%. Privo di zuccheri è il mangime bio per cani della Coop.

La motivazione: Gli zuccheri appesantiscono la digestione delle proteine e possono portare alla carie. Inoltre potrebbero crearsi nutrienti nocivi. Nonostante queste affermazioni la Coop produce mangimi contenenti zuccheri.

Nessuna informazione riguardo il contenuto di zuccheri ha fornito la Nestlé con marchi come Purina One, Felix, Gourmet, Friskies e Matzinger. Gimborn, produttore degli snack Gimborn e Gimpet vuole tenere segreta la ricetta. Anche Vitakraft non ha voluto indicare dei numeri riguardo gli snack ricchi di zuccheri, nonostante le nostre richieste ripetute. Anche il produttore Hill's non ha voluto rispondere alle nostre domande.

I produttori chiamano lo zucchero «fornitore di energia»

I produttori sono stati più disponibili a dare informazioni alla domanda su come influiscono gli zuccheri sull'organismo di cani e gatti. Secondo la Mars Svizzera bassi dosaggi di caramello, come vengono utilizzati nell'industria dei mangimi per animali da compagnia, non causano né danni alla salute dei denti, né altre malattie.

La Coop, che vende insieme ai marchi propri come Cha-Cha-Cha o Prix Garantie anche prodotti della Mars Svizzera, conferma questa affermazione. Ma pochi giorni dopo, la stessa Coop sottolineava i rischi di mangimi contenenti zuccheri quando descriveva i vantaggi del proprio mangime bio privo di zuccheri.

Per la Vitakraft lo zucchero fornisce energie, ma in basse quantità non fa effetto. Gimborn si rifà alle affermazioni di un'università di cui non indica il nome, secondo le quali «un utilizzo misurato di zucchero generalmente non crea problemi».

La ricetta deve rispettare le esigenze umane

Il professor Marcel Wanner che dirige l'istuto di alimentazione animale dell'università di Zurigo difende i produttori «Il cibo deve venire incontro ai bisogni fisiologici dell'animale ed i bisogni psicologici del proprietario.» Perciò il cibo deve avere un aspetto gradevole. «Nessun proprietario di animali accetterebbe un mangime dall'aspetto sgradevole e non appetitoso», dice Wanner. Se valessero solo i desideri degli animali, gli zuccheri sparirebbero almeno dal menu dei gatti; perché i gatti non possono nemmeno percepire il sapore dolce.

 

 

Tags:

Inserisci un commento Commenti

Gerly Attenzione: i commenti sono ora visibili in ordine inverso, i più recenti in alto
27

14/12/2014 15:46:51

Gerly

Si Chery, sono d'accordo. Molto meglio il pesce azzurro.

Gerly Italy

26

30/11/2014 22:17:47

Chery

Il gatto siamese di una mia zia anziana ha campato 20 anni, lei gli faceva il pesce azzurro con la zuppa di pane, mai avuto problemi di calcoli nè di avvelenamento perchè questi pesci piccolini non sono tanto grandi da contenere sostanze cancerogene come quelli grandissimi tipo anche il salmone che viene coltivato nel Nord Europa in grosse vasche ed alimentato con farine animali compreso un colorante per renderli rosa...perchè quelli di mare lo sono naturalmente a seguito della loro alimentazione libera.

Chery Italy

25

30/11/2014 21:22:58

Gerly

Ciao Cristina, si sconsiglia spesso il pesce con questo tipo di patologia perché è più ricco di fosforo, ma il tonno te lo sconsiglio in generale anche per i metalli pesanti che contiene. Meglio utilizzare umidi a base di carne.
Io cercherei di eliminare il più possibile il secco e di alimentare Ottavio prevalentemente con cibi umidi. Invoglialo a bere in tutti i modi. Già quello aiuta tantissimo a prevenire delle ricadute.
Puoi anche monitorare il pH delle urine in casa con le cartine tornasole. In qusto modo potresti intervenire con un acidificante (tipo Stien) se vedi valori alcalini. Prova a parlarne con il veterinario.

Gerly Italy

24

14/11/2014 20:04:08

Cristina

Ciao, sono esaurita da un problema che ha il mio Ottavio, un micio di circa un anno e mezzo che qualche mese fa ha avuto un blocco provocato da piccoli cristalli di struvite, in quell'occasione è stato cateterizzato, svuotato e ha seguito una cura antibiotica e valuim per rilassare la vescica. Dieta a base di Urinay s/o della Royal canin. Ora soo passati 4 - 5 mesi e nell'ultimo ho cominciato a integrare qualche pappa ( almonature, CD, Forza 10 ) umida, ma poca ed ho gradualmente sostituito i croccantini della Royal con quelli della CD Urinary stress. Da qualche giorno ho notato che la pipì ha ricominciato a farla raramente, passano anche 24 ore! così sto reinserendo i Royal Canin urinary S/O. La domanda che vorrei porre è: è vero che i cibi in scatola a base di tonno ( ad esempio i forza 10 che lui amerebbe) non sono indicati perché il tonno e pesce in generale non fa bene per la patologia in questione? so che bisogna tenere il magnesio basso ed alzare il sodio, però vorrei capire meglio ... grazie in anticipo! Ah, un'ultima cosa, che mi mette ansia, è: Non gli farà male, in caso assumere quesi croccantini della Royal canin a vita?!?! p.s. lui per mangiare ha gusti assai difficili :-/ grazie

Cristina Italy

23

09/11/2014 21:06:49

Chery

Ciao Gerly, una tantun non significa averne tante scatole per molti giorni, come mi pare di aver capito, altrimenti il mio intervento è ovvio che pare inopportuno e cavilloso, ma si parlava, ho letto, di una cesta intera di cibo ecco perchè mi sono preoccupata.

p.s. Anche io il cibo cerco di non sprecarlo, ma il "cibo" non la differenziata umida e residui industriali che infilano in certi mangimi, quella dovrebbero buttarla loro non venderla sotto il nome di "cibo", specie i mangimi delle multinazionali che fanno esperimenti e violenza su poveri animali vivi, se ne leggi la composizione e stò parlando di quelle per cani, ti metti le mani nei capelli, tutta e sola roba chimica!

Chery Italy

22

09/11/2014 18:33:27

Gerly

Ciao Lisa, ciao Chery, auguri in ritardo ad entrambe Smile

Io sinceramente non sono rigidissima nel non dare mai un cibo di qualità più bassa, se non diventa la regola.

Anche a me è capitato che mi hanno regalato dei cibi e snack che non corrispondevano a ciò che i miei mici mangiano di solito, ma non mi piace buttare il cibo.

Innanzitutto deve essere chiaro che non si crea nessun danno ai reni o altri organi per aver mangiato una volta ogni tanto un cibo di bassa qualità.

Secondo me il rischio più grande è l'appetibilità che potrebbe risultare superiore rispetto ai cibi soliti e portare ad un rifiuto.

Lisa, se non te la senti di darli, regalali ad un gattile o qualcuno che segue una colonia. Ne saranno sicuramente grati Smile

Gerly Italy

21

01/11/2014 23:26:21

Chery

Auguri per il tuo compleanno, oggi è stato anche il mio, ma fortunatamente nessuno mi ha regalato cibo per i miei amici pelosi perchè lo sanno quanto sono esigente e non transigo, lo so che sembra cattiva educazione, ma queste persone hanno 7 giorni di tempo, scontrino alla mano per farsi ridare i soldi indietro, o scegliere altre cose da comperare, l'ho dovuto fare proprio alla Coop ma per altri motivi e mi hanno rimborsato fino all'ultimo cent.
Non è detto che per la "buona educazione" che a volte chiamo solo ipocrisia i tuoi gattini debbano stare male, è come se a te ti regalassero, per esempio, un alimento che notoriamente con quegli ingredienti ti cagionasse problemi ai reni, allo stomaco ed al fegato, di certo non avresti alcuno scrupolo a buttarli nella differenziata: chiedilo ai tuoi gattini se gli fa piacere mangiarle queste pappe non a noi che non le daremo mai nè ai nostri cani (nel mio caso) e neppure ai nostri gattini. ciao ed ancora auguri.

Chery Italy

20

01/11/2014 21:52:46

Lisa

Ciao! Per il mio compleanno ho ricevuto in regalo... una cesta di cibo per gatti... siccome ho adottato altri due micetti han pensato di farmi contenta andando alla Coop e svaligiando gli scaffali.  Allora, io ai miei mici do quasi esclusivamente biologico, e vedo che di salute stanno bene, il pelo è meraviglioso e sono in linea col peso.  Se gli offro adesso la mousse della Gourmet Gold che ho visto negli ingredienti (scritti in piccolissimo) contiene zuccheri, gli dissesta l'equilibrio? E il paté Whiskas che contiene "coloranti e conservanti CEE" è tanto nocivo per loro o, trattandosi di qualche sporadico pasto, glielo posso dare?  Anche il cibo della Coop contiene zuccheri, potevano risparmiarseli.  Inoltre, se io do questi cibi ai miei mici abituati a marche bio (mangiano anche la Hermann's, a differenza di molti gatti che la rifiutano), non è che poi me li continuano a chiedere?  Un po' come il bambino che riceve le merendine del mulino bianco invece del panino al formaggio?  Ah, ci sono anche delle vaschette della Monge che invece mi sembrano buone.  Grazie!

Lisa Italy

19

10/08/2014 07:57:20

Gerly

Ciao Chery, confermo che anche nel cibo secco per gatti spesso si trova questo ingrediente. Solo che i gatti non percepiscono il sapore dolce, perciò non può portare alla dipendenza. Rimane ad ogni modo un ingrediente economico di scarsa qualità, molto usato nel pet food come riempitivo.

Gerly Italy

18

29/07/2014 11:31:08

Chery

Molte case di Peet-food per rendere le crocchette appetibili, sapendo che il cane scambia il sapore dello zucchero, ovvero il dolce come fosse una proteina, aggiungono spesso la barbabietola da zucchero, spremuta del saccarosio per produtte zucchero per noi umani, ma ancora pregna di tale zucchero per appetizzare artificialmente la crocchetta, che sottoposta a cottura tanto aggressiva in realtà non sa di niente, quanto meno, invece con tale ingrediente diventa come dolciastra, ecco che però anche i cani che mangiano solo ed esclusivamente secco si beccano le carie ed anche il diabete in età precoce e diventano dipendenti fisicamente dal saccarosio, infatti quando gli cambi la crocchetta dolce con un'altra senza alcun appetizzante, benchè sia di alta qualità e contiene perfino carne e pesce freschi e biologici al 100 x 100, risulta non appetibile per il povero canino che orami ricerca disperatamente sempre più zucchero artificiale per soddisfare sia il proprio palato che la propria assuefazione a tale ingrediente proibitivo per la loro salute.

Chery Italy

17

20/07/2014 14:19:51

Gerly

Ciao Serena, sinceramente non so se in queste quantità possa avere qualche effetto positivo come prevenzione. Non credo che faccia male, visto l'uso terapeutico.

Gerly Italy

16

13/07/2014 20:47:03

Serena

Scusa Gerly, in effetti sono stata un po' generica Smile
Di seguito ti metto il link. In particolare stavo leggendo gli ingredienti di N&D Grain free e N&D Low Ancestral Grain Feline (presente anche su zooplus).
In tutte sono presenti sia glucosammina che condroitina.
Che ne pensi?
www.farmina.com/.../farmina-company

Serena Italy

15

13/07/2014 18:39:39

Gerly

Ciao Serena, la glucosammina (spesso insieme alla condroitina) si usa come rimedio contro l'artrosi. Hai trovato la dicitura su un integratore o un cibo?

Gerly Italy

14

10/07/2014 10:16:38

Serena

Ciao Gerly, ho trovato su un'etichetta la dicitura
Glucosamina: 1200.00mg/kg
E' un nuovo metodo per nascondere gli zuccheri? L'hai mai letto da qualche parte?

Serena Italy

13

18/11/2012 22:39:56

Gerly

Ciao Marielle, quella dicitura è riferita solo agli zuccheri semplici aggiunti e non ai carboidrati in generale.

Il contenuto di carboidrati di un cibo (sia secco che umido) puoi calcolare facilmente addizionando le percentuali di proteine, grassi, fibre, ceneri ed umidità e detraendo il totale da 100. La percentuale rimanente sono i carboidrati.

Fammi sapere come va Smile

Gerly Italy

12

12/11/2012 00:47:19

Mariella Bozzi

Ciao Gerly, ti ringrazio per la tua risposta , che, anche se tu non sei una veterinaria, è sicuramente competente : anche io infatti la penso esattamente come te e ritengo che , se una dieta non contiene (o ne contiene pochissimi) carboidrati, l'insulina non dovrebbe servire. Vedremo cosa dirà domattina la veterinaria...Ancora una domanda: Nelle tue UTILISSIME tabelle, quando usi la dicitura "assenza di coloranti e zuccheri", ti riferisci solo agli zuccheri semplici, o intendi tutti i carboidrati, anche quelli complessi  ? Perchè , se fosse valida la seconda opzione, avrei una bella scelta di alimenti adatti contro il diabete e che potrei dare a tutti i miei gatti, senza problemi. Lo spero proprio, anche perchè il primo tentativo di cibo per diabetici, il DIABETIC della Royal Canin, è stato fallimentare dal punto di vista intestinale...Grazie ancora e ciao

Mariella Bozzi Italy

11

11/11/2012 22:11:55

Gerly

Ciao Mariella, ti posso rispondere solo in maniera generica perché non sono una veterinaria e un'eventuale dieta specifica deve essere prescritta da chi segue il micio.

Ti consiglio di leggere anche il post "Particolarità di fisiologie alimentare nel gatto" che spiega alcuni concetti di base. Uno in particolare, che è molto di aiuto in caso di diabete nel gatto: i carnivori non hanno bisogno di carboidrati perché ricavano l'energia soprattutto da proteine e grassi. Purtroppo tutti i cibi secchi sono in gran parte composti da carboidrati che nutrizionalmente non servono. Per questo motivo in caso di diabete è molto meglio un cibo umido rispetto ad un cibo secco, perché l'umido contiene solo minime quantità di carboidrati. E' importante però che sia un umido completo.

Penso che se il veterinario ha deciso di dare l'insulina, Romeo dovrà seguire una dieta specifica con l'insulina tarata sui carboidrati assunti.

L'alternativa sarebbe (però la dovresti vedere con il veterinario) di somministrare appunto una dieta priva di carboidrati (e quindi a base di umidi completi) che non richiederebbe la somministrazione di insulina. Tieni sempre presente che il gatto nutrizionalmente non ha bisogno di carboidrati.

Per le altre domande:
3) Si, il cambio graduale è sempre meglio, anche se si fa più per precauzione. Potrebbe anche non verificarsi nessun problema.
4) Dipende molto dal prodotto. In generale i cibi medicati non si danno a gatti sani. Nel caso del diabete, se la dieta è solamente mirata all'eliminazione o la riduzione dei carboidrati, non ci sono problemi per gli altri mici.

Gerly Italy

10

10/11/2012 02:09:05

Mariella Bozzi

Buongiorno, sono entrata per caso nel vs sito, davvero interessante ,competente e spero adatto ad offrirmi l'aiuto che cerco. Convivo con quattro amatissimi e splendidi gatti adulti (3 persiani ed 1 comune) che hanno una età che va dai 7 ai 10 anni. Proprio ieri inaspettatamente, ad uno dei persiani di 10 anni (Romeo,sterilizzato  "sano" e assolutamente normopeso) a seguito di una visita di controllo è stato diagnosticato un diabete piuttosto alto ;inaspettatamente perchè pensavo di fornire ai miei mici uno dei migliori prodotti del mercato ( da sempre come secco TongERSIAN della Royal Canin e FELINE Porta 21, come umido , affiancato da circa un anno). Eccomi quindi alla ricerca di un valido prodotto specifico, che insieme all'insulina, che dovremo iniziare a somministrare lunedì,mi aiuti a curare il mio Romeo
1)per il diabete è più adatto un cibo secco o un umido,o entrambi ?
2)Tra i prodotti specifici, quali i più adatti ?
3)Il cambiamento dovrà essere progressivo, per non creare problemi intestinali ?
4)I cibi per diabetici posso essere somministrati anche agli altri gatti esenti dalla patologia ? Per ovvi motivi,se così non fosse,  la gestione alimentare  di quattro gatti "conviventi" potrebbe diventare problematica
Grazie anticipato per la risposta, che spero sia tempestiva.

Mariella Bozzi Italy

09

31/12/2011 07:52:46

Gerly

Ciao Gef, hai ragione, quella sezione sarebbe da creare Laughing

Ti ringrazio tantissimo e faccio tanti auguri di un felice anno nuovo anche a te!

Gerly Italy

08

30/12/2011 19:40:49

Gef

Ciao Gerly, scrivo qui in assenza di una sezione generica... un saluto a tutti e vi auguro un ottimo nuovo anno Smile

Gef Italy

07

02/01/2011 11:33:49

Gerly

Ciao Emanuela, scusami se ti rispondo solo ora.
Il problema è rientrato nel frattempo? E' molto difficile che un gatto si prenda un'infezione dalla carne cruda, proprio perché hanno dei succhi gastrici molto potenti ed un tratto digestivo corto. Tra l'altro, se scotti la carne non è più cruda. Credo che l'inappetenza sia dovuta ad altro e spero che tu abbia ormai risolto. Fammi sapere se ti va Smile

Gerly Italy

06

23/12/2010 14:55:18

Emanuela

Ciao, è da un po' che ti seguo e ti ringrazipo per i preziosi consigli per i nostri amati gatti! Ho avuto ulteriori ragguagli tramite il tuo post riguardo l'utilizzo della dieta barf con la carne cruda, poi mi ha seguita un bravo veterinario anche se di Napoli e solo telefonicamente ( mi ha dato moltissimi consigli utili per alimentare la mia femmina con la carne cruda), la mia gatta non ha mai avuto problemi col crudo più l'integratore felini complete (io alterno al crudo, 30gr di umido completo al mattino), solo che oggi mi sono accorta che purtroppo dopo il primo pasto che ha mangiato con gioia, dei seguenti non mi voleva più nè il crudo, nè l'umido. Mi sono domandata se possa essere la carne cruda e il periodo di assestamento dato che sono più o meno due settimane che gliela dò. Ora mi vengono i dubbi circa l'utilizzo di questa carne ( petto di pollo e tacchino che prima scotto e poi, dopo averli preparati, congelo) che non mi abbia preso qualche infezione? E' normale che magari non mangino per un giorno o al massimo due? Beh, diciamo che lei mi ha mangiato solo stamattina ma in genere ha un buon appetito (io le do 130 gr al giorno di solo umido, senza crocchette, perchè è piuttosto grassoccia)... sono leggermente in pensiero e magari la mia è una domanda stupida. La mia gatta ha solo tre anni, mi sembra strano che oggi di punto in bianco non voglia più mangiare. Grazie, cari saluti e buone feste!

Emanuela Italy

05

07/11/2010 15:27:54

Gerly

Si, hai ragione. Spesso i mici hanno dei gusti molto particolari.

I gatti comunque non sentono il sapore dolce. Lo zucchero viene aggiunto solitamente come colorante, per rendere il cibo più gradevole all'occhio umano.

Gerly Italy

04

04/11/2010 11:52:05

Cristina Garbarino

Per quanto concerne gli zuccheri, per me è un problema, leggo sempre attentamente cosa c'è scritto sulle confezioni, ma non sempre sono sicura dell'assenza dello zucchero.
Come è difficile dare scatolette "naturali", anche perchè in certi casi la gatta non le mangia oppure naturali non sono !!-Frown

Cristina Garbarino Italy

03

04/11/2010 11:45:55

Cristina Garbarino

Grazie per la risposta, ho provato a congelare la carne e poi, una volta scongelata, a darla alla gatta, ma non l'ha nemmeno assaggiata!

Cristina Garbarino Italy

02

16/10/2010 12:39:39

Gerly

Ciao Cristina, grazie mille dei complimenti Smile
E' normale che il veterinario anteponga l'alimentazione industriale a quella casalinga: I cibi industriali completi sono più o meno integrati a livello vitaminico-minerale. L'alimentazione casalinga, se non si vogliono creare danni alla salute del micio, va approfondita molto bene prima di usarla perché altrimenti si rischiano sbilanciamenti dannosi. Se ti va leggi anche l'articolo sull'integrazione della cucina casalinga.

Il pericolo vermi nella carne cruda si elimina congelandola prima dell'utilizzo.

Gerly Italy

01

14/10/2010 17:01:45

Cristina

Sono capitata nel Vostro sito per la prima volta, molto interessante.
Io ho due mici, una di un anno e mezzo ed una di 4 mesi, sono molto intessata all'argomento alimentazione.
Mi sembra molto strano che il mio veterinario anteponga l'alimentazione industriale, in primis quella a base di croccantini, all'alimentazione casalinga!
Ho letto che prossimamente affronterete l'argomento carne cruda - vermi.
questa è una cosa che mi assilla, tendenzialmente darei ai mici la carne cruda con integratori, poi, pensando ai vermi gliela scotto.
Mi farebbe davvero piacere capire se è giusto o no dare la carne cruda (a parte la carne di maiale e cinghiale).
Nell'attesa di una Vostra pubblicazione in questo senso, vi faccio i complimenti

Cristina Italy

Gerly Attenzione: i commenti sono ora visibili in ordine inverso, i più recenti in alto
Commenti chiusi

Calendario

Il gatto del giorno!
<<  novembre 2017  >>
lumamegivesado
303112345
6789101112
13141516171819
20212223242526
27282930123
45678910

Ricerca


Contatto

Scrivimi

Licenza d'uso

Eccetto dove diversamente specificato, i contenuti di questo sito sono rilasciati mediante:

Creative Commons License

Licenza Creative Commons
Attribuzione: Non commerciale - Non opere derivate. R.2.5

Disclaimer

Le opinioni qui espresse sono mie opinioni personali.

COOKIES
Sign in
© Copyright 2017